Home  
UGIS
Cosa è l'UGIS
Statuto UGIS
Storia dell'UGIS
Parte prima
Parte seconda
Presidente e cariche sociali
Annuario UGIS
Filo diretto con il Presidente
Per contattare il Presidente
Giovanni Caprara, scrivere a:
GCaprara@rcs.it
Iscriversi all'UGIS
Perché iscriversi
Quota di iscrizione e rinnovi
Modulistica e criteri di ammissione
Archivio
Attività concluse
Archivio sito precedente
Area riservata ai soci
Area riservata ai soci
EUSJA
Cosa è l'EUSJA
News EUSJA
Link utili
Link utili
Newsletter
Newsletter n.1
Report viaggi
Report viaggi
Contattaci
Segreteria tecnica UGIS
c/o FAST
Piazzale Rodolfo Morandi 2
20121 Milano
tel. 02 77790322
fax 02 782485
e-mail ugis@ugis.it

Orario apertura: 9,00-12,30



 
Seguici anche su: 
 
 
 
 IN PRIMO PIANO
INCONTRI UGIS IN STREAMING SUL CANALE SCIENZA DELL’ANSA
Cari amici e colleghi,
Il 4 e il 5 aprile abbiamo compiuto un’interessante visita a Firenze e Livorno aggiornandoci sulla frontiera dell’astrobiologia sul colle di Arcetri e il giorno successivo incontrando una interessante realtà di ricerca industriale, la Kaiser Italia. Qui si fabbricano esperimenti di natura soprattutto biologica da effettuare nello spazio sfruttando la prerogativa e i vantaggi offerti dalla microgravità.
Proprio in questa occasione abbiamo inaugurato con la collaborazione di Enrica Battifoglia, responsabile scientifica dell’Agenzia Ansa, un’iniziativa che si ripeterà nei successivi viaggi di studio che effettueremo e che unisce il canale Scienza dell’Ansa e l’Ugis. Si tratta di un’intervista in diretta in streaming con i protagonisti dell’incontro che garantisce la diffusione immediata dell’iniziativa. Ma, soprattutto, l’unione tra il canale Scienza della più importante Agenzia di stampa nazionale e l’Ugis, consente un metodo di divulgazione diretta dei contenuti dell’incontro facendo parlare gli scienziati coinvolti. Insomma un’opportunità per valorizzare le nostre iniziative e mettere a disposizione di tutti gli utilizzatori dell’Agenzia un’informazione di qualità come i giornalisti scientifici dell’Ugis sanno garantire.
Un caro saluto
Giovanni Caprara

La storia d
ell'UGIS
Ho chiesto a Paola De Paoli, Presidente Emerito, di raccontarci la nostra storia, la storia dell’UGIS. Paola l’ha vissuta sin dai primi giorni condividendo con Giancarlo Masini l’idea e la voglia di materializzare un sogno. Ci sono riusciti. Altri colleghi lo condivisero e così l’Unione diventò un punto di riferimento importante per un Paese dove la scienza era vista più come un miracolo che un mondo nel quale impegnarci per crescere meglio. Il tempo è trascorso, le iniziative sono state numerose, interessanti e preziose per il nostro lavoro. Il tempo, scorrendo, ci ha portato via degli amici che non dimentichiamo. Il tempo passato, però, è solo la prima parte di una storia. Ora la scopriremo o rivivremo attraverso le parole e i ricordi di Paola. Così capiremo quanto sia importante continuarla, con entusiasmo.
Grazie Paola e buon lavoro.
Giovanni Caprara
Parte prima
Parte seconda




Storia italiana dello spazio
Visionari, scienziati e conquiste dal XIV secolo alla stazione spaziale
di Giovanni Caprara
 News - Eventi
Aprile 2014
PALOMBiRO. Pagine dal fondo
Quarantaquattro settimane di corso, sveglia prima dell’alba, condizionamento fisico, immersioni impegnative, di giorno e di notte, studio intenso, sudore, fatica e costanza. Tanto ci vuole per provare a diventare un palombaro della Marina Militare. Sulle motivazioni per cui uno voglia fare il palombaro, ci ha provato il giornalista Leonardo D’Imporzano a spiegarlo, attraverso le pagine di “PALOMBiRO. Pagine dal fondo” edito da Magenes. In un luogo difficilmente accessibile quale Comsubin, l’autore ha avuto l’opportunità di essere un privilegiato osservatore, non solo della realtà di Comsubin stessa, ma attraverso le pagine del libro ha cercato di accedere all’anima dei palombari e alle motivazioni che fanno da leva ad un lavoro che appare infinito. Un libro orientato verso una parte più "emozionale", entrando nel vivo del lato umano, esplorandone i risvolti, in un contesto e in situazioni di assoluta straordinarietà: tra speranze, illusioni e desideri degli allievi; ricordi, aneddoti e aspettative degli istruttori, nonché dei palombari in servizio, le storie individuali loro e di quelli in congedo, in un percorso della memoria personale per offrire uno spaccato diverso e singolare sulla memoria storica. All'insegna d'una scrupolosa autenticità.
Quasi 150 pagine da leggere tutto d’un fiato, con le prefazioni del Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio De Giorgi e del Comandante di Comsubin C.V. Francesco Chionna.
Marzo 2014
Pan european citizens' dialogue
Inaugurati in Spagna, a Cadice, nel settembre del 2012, dopo solo poco più di un anno e mezzo sono alla 51esima edizione: sono i pan-european citizens' dialogues, che per ora hanno coinvolto direttamente circa 20mila persone e 80mila se si considerano gli scambi di idee via internet. ( Per partecipare: ec.europa.eu/debate-future-europe.)
continua a leggere...
12 Febbraio 2014
Il grande racconto dell'evoluzione umana


Il volume del paleoantropologo Giorgio Manzi "Il grande racconto dell'evoluzione umana", edito da Il Mulino, è stato presentato in una affollatissima conferenza durante l'annuale "Darwin Day" al Museo di Storia Naturale di Milano. Sul palco, oltre all'autore, la paleontologa Anna Alessandrello e il presidente dell'UGIS Giovanni Caprara.

continua a leggere...
Febbraio 2014
Le nuove cariche UGIS per il triennio 2014-2016





Consiglio direttivo

Giovanni Caprara – presidente
Renata Palma – vicepresidente
Alberto Pieri – vicepresidente vicario
Eugenio Sorrentino – segretario e tesoriere
Adriana Albini - consigliere
Andrea Vico - consigliere
Paola De Paoli - presidente emerito

Collegio dei sindaci revisori

Stefano Gruppuso - presidente
Carlo Di Nardo
Alberto Majrani

Collegio dei probiviri

Francesco Brancati - presidente
Pia Bassi
Maria Ludovica Carlesi Manusardi
Dicembre 2013
Pietrarsa: da più grande stabilimento metalmeccanico d’Italia a Museo Nazionale Ferroviario. Storia e prospettive di rilancio, con un’intervista al Direttore della Fondazione FS
di Romualdo Gianoli
Centosettantatre anni di storia, un’area espositiva di ben 36mila metri quadrati (di cui 14mila coperti) affacciata sull’incanto del Golfo di Napoli. Questi sono alcuni dei numeri dell’ex Reale Opificio di Pietrarsa, il più grande stabilimento metalmeccanico fino all’Unità d’Italia, voluto nel 1840 dal re di Napoli Ferdinando II di Borbone. Oggi sede del Museo Nazionale Ferroviario, Pietrarsa accoglie ed espone l’esatta riproduzione del primo treno d’Italia che percorse la ferrovia
Napoli-Portici nel 1839, 25 locomotive a vapore, 6 locomotori elettrici, 12 rotabili tra automotrici elettriche/nafta (le cosiddette ‘littorine’), numerose tipologie di carrozze (postale, detenuti, centoporte), la carrozza n°10 dell’ex Treno Reale, 5 locomotori diesel, 25 modelli in scala di treni/carrozze, plastici di stazioni ferroviarie, arredi di antiche sale d’attesa e una pensilina storica di fine ‘800. Pietrarsa, sicuramente uno dei più importanti siti di archeologia industriale d’Italia e polo nazionale di cultura ferroviaria, si avvia a intraprendere un cammino di rilancio grazie ai progetti della Fondazione FS.
Continua a leggere...
La presentazione del progetto “Le Voci della Scienza” offre l’occasione per conoscere l’archivio del Museo, ora completamente riordinato e accessibile on-line.
Una giornata di studio e di confronto fra professionisti della conservazione e della valorizzazione di testimonianze documentali relative alla storia della scienza, della tecnologia e dell’industria.
Continua a leggere...

Det
taglio fondo antico e raccolte di pregio della Biblioteca del Museo

Schizzo dell’architetto Giò Ponti con i ringraziamenti per l’invio del calendario del Museo della Scienza (credits Archivio storico del Museo)
29 novembre
Presso il Museo della Scienza e Tecnologia di Milano si è svolta la terza edizione del Premio Leonardo - Ugis per promuovere i giovani ricercatori e una corretta informazione scientifica.

Continua a leggere...
4 e 5 novembre
INAF, Fondazione Golinelli, Area di ricerca del CNR

Il 4 e 5 novembre una delegazione di 15 soci UGIS, sotto la guida del presidente Giovanni Caprara, effettua un viaggio-studio a Bologna.

Il 4 novembre viene visitato il radiotelescopio ubicato nel comune di Medicina, accompagnati da Luigina Feretti, direttrice dell’Istituto di radioastronomia, e da altri colleghi; illustrazione delle attività di ricerca più d’avanguardia: VLBI fra terra e spazio; partecipazione al programma dello SKA (Square Kilometre Array) il radiotelescopio da un kilometro quadrato di superficie, il più grande mai realizzato; attività legate ai detriti spaziali; l’iniziativa Seti (ascolto segnali intelligenti dal cosmo); gli ultimi risultati con il satellite Plank dell’ESA sulle origini dell’Universo.
Segue l’incontro con Mario Golinelli, presidente della Fondazione Golinelli: illustrazione dell’attività di comunicazione della scienza; 25 anni di attività dell’istituzione.

Il 5 novembre tocca all’area di ricerca CNR: incontro con la presidente Mariangela Ravaioli; visita all’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima (Isac) con il direttore Cristina Sabbioni; tra i temi trattati: il cambiamento climatico nell’area mediterranea; le ricerche sulle nuvole sempre più protagoniste degli studi sul cambiamento climatico; le ricerche nell’area marina di cui l’istituto si occupa; l’istituto è anche sede della banca dati nazionale sul clima.
25 Ottobre 2013

E’ mancato il Conte Giovanni Auletta Armenise, artefice della Fondazione Giovanni Armenise-Harvard, da lui creata per aiutare i giovani ricercatori e giornalisti scientifici.
Continua a leggere...

8 e 11 Ottobre 2013
Lo stoccaggio geologico della CO2

Seminario organizzato da Ugis, con la collaborazione di Enea, Fast e CO2GeoNet, volto ad approfondire la conoscenza delle tecnologie di stoccaggio geologico della CO2, valutarne i costi, discutere i rischi e le opportunità che essa può portare, illustrare le migliori esperienze internazionali, capire tempi e modalità della sua possibile applicazione in Italia.
Continua a leggere...

Luglio 2013
Care amiche e amici,
Giorgio Santocanale ci ha lasciati. Quando si perde un caro amico e illustre collega la tristezza è infinita. Tristezza accresciuta dal fatto che Giorgio era anche l’ultimo tra i fondatori della nostra Unione, una tangibile memoria storica che avevamo il piacere di avere accanto negli incontri di fine anno. Giorgio oltre ad essere stato protagonista della creazione dell’Ugis ne era sempre stato attivo partecipante dimostrando un prezioso, utile attaccamento: un insegnamento per tutti noi. Avevo proposto, e il Consiglio Direttivo aveva approvato, la sua nomina a Socio Onorario e so che la mia lettera di comunicazione gli aveva fatto molto piacere. Era un riconoscimento dovuto che gli ha portato negli ultimi giorni un raggio di luce.
Molti di noi, io compreso, avevano con lui collaborato durante la stagione in cui era direttore di Scienza e Vita: il suo entusiasmo era stimolante e contagioso. Giorgio lo avevo conosciuto all’inizio della mia carriera giornalistica condividendo una comune passione, il volo. Ma per entrambi il volo era solo una delle passioni immersa nel più esteso campo d’interessi per la scienza e la tecnologia. Ed è appunto in questo ambito che Giorgio, direttore di Scienza e Vita, diede un grande esempio di professionalità e di grande competenza. Ma c’è un altro aspetto che voglio ricordare e che mi colpì sin dall’inizio: era la signorilità di Giorgio, nei gesti e nelle parole. Per lui era uno stile di vita e di pensiero. Per questo piangiamo un amico e un maestro e siamo vicini a Lita che ha condiviso da compagna affettuosa la sua vita e le sue avventure professionali. L’Ugis non lo dimenticherà.
Giovanni Caprara

Luglio 2013
CON I NOBEL AL 63° LINDAU MEETING  

L’UGIS ha partecipato al 63° Lindau Nobel Laureate Meeting, l’importante rassegna europea che unisce numerosi Premi Nobel e giovani ricercatori in un dialogo diretto. Oltre che per i giovani scienziati il meeting è anche un’importante occasione d’incontro per i giornalisti scientifici. Ecco, dopo la presentazione di Luisa Monini, un primo resoconto di Valeria Fieramonte. Continua a leggere...

Giugno 2013
A Lindau, assieme ai Nobel

Dal 30 giugno al 5 luglio a Lindau è di scena la Scienza.
La graziosa cittadina tedesca sul lago di Costanza ospiterà il 63° Meeting dei Nobel Laureates dove 35 Premi Nobel incontreranno 625 giovani ricercatori di 80 Paesi, selezionati da rigorose commissioni internazionali.
Il primo meeting a Lindau fu organizzato nel 1951, dopo la seconda guerra mondiale, allo scopo di riabilitare il mondo scientifico tedesco agli occhi del mondo. Da allora a oggi i temi dibattuti sono quelli che hanno cambiato le sorti dell’umanità: salute, ambiente, energia, commercio internazionale, competitività, mercati del lavoro, innovazioni delle ricerche di base e applicate.
Continua a leggere...


Qui il
programma.

 

Giugno 2013
Premio Leonardo UGIS 2013
Sono aperte le selezioni per la 3a edizione del Premio Leonardo–UGIS, nato dalla collaborazione tra il Museo nazionale della scienza e della tecnologia Leonardo da Vinci di Milano e l’Unione giornalisti italiani scientifici con lo scopo di sensibilizzare la società a una maggior consapevolezza dei vantaggi e delle responsabilità di cui il progresso è portatore. Il Premio, realizzato con il sostegno di Federchimica–PlasticsEurope Italia, assegna 2 riconoscimenti: il primo è alla carriera destinato a uno scienziato di chiara fama; l’altro è riservato a un giovane ricercatore–comunicatore (meno di 40 anni al 30 settembre 2013) con un buon curriculum professionale e una grande capacità di divulgare i risultati del suo lavoro utilizzando media ad ampia diffusione. Continua a leggere...
Le candidature devono essere inviate a ugis@ugis.it entro e non oltre il 12 ottobre 2013.
Leggi qui il regolamento del Premio.


L’UGIS anche sui social network
Grazie all’iniziativa del socio Leonardo D’Imporzano, l’UGIS ora è presente anche su Twitter, Facebook e YouTube. E’ l’opportunità per estendere l’azione con i nuovi mezzi che la tecnologia consente.

Le pagine aperte sui social network sono:
Twitter: @ugis_it
Facebook:
https://www.facebook.com/ugis.it
YouTube:
http://www.youtube.com/UgisTV

I soci sono invitati a interagire con questi social e a collaborare nella loro amministrazione.
Serve materiale come foto, video da inserire sia su Facebook che su You Tube. Nel caso i soci postino un link ad un articolo tramite Twitter, si chiede di indicare nei 160 caratteri anche l'#ugis o di aggiungere come cc @ugis_it.
 Ascolta il canale di UGIS su reerumble
 
UGIS
Piazzale Rodolfo Morandi 2, 20121 Milano
tel. 02 77790322 - fax 02 782485
e-mail
ugis@ugis.it

Web master: Alessandro Villa